Utilizzi Google Foto? Ecco Perché La Condivisione Con Il Partner è Essenziale

0
8

Google Foto è probabilmente il miglior prodotto di quest’azienda. Offre una vasta gamma di potenti strumenti e funzionalità di condivisione. Se tu e un partner utilizzate entrambi Google Foto, avrete alcune funzionalità incredibili che dovresti utilizzare.

Utilizzi Google Foto? Ecco Perché La Condivisione Con Il Partner è Essenziale

Che cos’è la condivisione con il partner in Google Foto?

“Partner Sharing” è il nome di una raccolta di funzionalità rivolte alle persone che utilizzano Google Foto insieme. L’idea di base è che Google Foto può condividere foto e video specifici per tuo conto. Non devi mai disturbare l’altra persona per condividere le foto con te perché avviene automaticamente.

Nota: la condivisione con i partner funziona solo se esegui il backup delle foto e concedi a Google l’autorizzazione a rilevare i volti. Alcune persone non si sentono a proprio agio nel consegnare questi dati a una grande azienda tecnologica. Assicurati di averlo compreso prima di abilitare la funzione.

Condividi automaticamente le foto

Quando sei un genitore, le foto di tuo figlio diventano un bene prezioso. Amici, nonni e il tuo partner vorranno sempre foto e video. La condivisione dei partner può automatizzare l’intero processo.

Ecco uno scenario comune. Puoi fare in modo che qualsiasi foto o video che fai di tuo figlio venga inviato automaticamente al tuo coniuge e viceversa. Ciò significa che non stai mai chiedendo “hey puoi inviarmi quelle foto che hai scattato?” Sono sempre lì.

Certo, i bambini sono solo un esempio. La feature funziona con chiunque abbia una faccia. Potresti configurarlo in modo che qualsiasi foto che scatti a un amico venga automaticamente inviata a lui. È un ottimo modo per automatizzare il processo di condivisione di foto e video con le persone. Tutto avviene automaticamente all’interno dell’app Google Foto.

Aggiungi automaticamente foto a un album

Sebbene non faccia parte tecnicamente della condivisione dei partner, la stessa tecnologia di rilevamento dei volti può essere utilizzata anche per gli album. Invece di condividere le foto direttamente con altre persone, possono essere aggiunte automaticamente a un album.

I casi d’uso per questo sono piuttosto semplici. Puoi creare un album per le foto di tuo figlio e tutte le foto che scatti di loro andranno automaticamente lì. Oppure puoi metterci le foto del tuo matrimonio e condividerle con amici e parenti (noi abbiamo fatto così, grazie a Duccio Argentini Wedding Photography Tuscany che ci ha fornito i file digitali degli scatti).

Ciò è particolarmente utile se condividi un album con qualcuno che potrebbe non utilizzare Google Foto. Non si basa sull’invio delle foto, ma possono comunque visualizzare l’album.

A differenza della condivisione con i partner da persona a persona, la funzione album può includere animali domestici. Google Foto è in grado di rilevare i volti degli animali domestici, anche se non è preciso come i volti umani, e di inserirli anche in un album.

Salva automaticamente le foto sul tuo telefono

Condividere le foto è fantastico, ma sono ancora bloccate nello spazio di archiviazione cloud di Google Foto. Sarebbe una seccatura dover salvare manualmente tutte le foto che sono state condivise con te sul tuo dispositivo. Per fortuna, non devi.

La condivisione con i partner ti consente di salvare nella tua libreria qualsiasi foto, incluso un volto specifico condiviso con te. Quindi, se torniamo all’esempio sopra, non solo saprai quando il tuo coniuge scatta una foto di tuo figlio, ma può apparire automaticamente nel rullino fotografico e “Ricordi”.

La morale della storia qui è che probabilmente stai già condividendo molte foto con le persone della tua famiglia. Allora perché non lasciare che Google automatizzi un po’ il processo? Sì, è necessario eseguire il backup delle foto sul cloud e consentire a Google di identificare i volti, ma se ti senti a tuo agio con questo passo, è un gioco da ragazzi.