Guida Router Wi-Fi: Come Scegliere Il Miglior Router 2020

0
48

Come acquistare un router Wi-Fi adatto alla velocità e al budget, inclusi i router per i giochi, streaming e per il web.

Guida Router Wi-Fi: Come Scegliere Il Miglior Router 2020

Man mano che i prodotti per la Smart Home diventano più accessibili e innovativi, la rete Wi-Fi diventa sempre più importante. Se desideri che foto, video, giochi e tutto il resto vengano condivisi o visualizzati online, sul tuo laptop, tablet, TV o smartphone, da caricare velocemente e in modo affidabile, avrai bisogno di un potente router Wi-Fi. E in questo periodo che trascorriamo più tempo in casa a causa della pandemia, avere un router Wi-Fi potente è ancora più importante.

Tuttavia, non tutti i router Wi-Fi nascono uguali. Il semplice fatto di averne uno non significa necessariamente che sia in grado di gestire tutti i tuoi dispositivi: il numero di dispositivi che hai e ciò che richiedono influirà sulle prestazioni generali della connessione Internet. Se scopri che i tempi di caricamento sono lenti e i tempi di reazione di ogni dispositivo sono scarsi, potrebbe essere il momento di fare un upgrade a un nuovo router.

Cos’è un router Wi-Fi?

In un tempo non molto lontano (e lo sono tutt’ora) i computer dovevano essere collegati tra loro per poter comunicare, tramite dei cavi. Nel 1999 il Wi-Fi venne lanciato, e rivoluzionò il modo con cui i computer si connettono tra loro e Internet.

Tramite il tuo provider di servizi Internet (in genere indicato come ISP), un cavo in fibra o una linea DSL entra in casa e si collega a un modem, un piccolo dispositivo che decodifica il segnale Internet in entrata in qualcosa che il tuo computer, e altri dispositivi, possono leggere.

Quel segnale va quindi a un router, che si collega al modem tramite un cavo, il quale garantisce che qualsiasi e-mail (o foto di gatti) su cui hai cliccato venga visualizzata sul dispositivo corretto, che si tratti del tuo smartphone, laptop o altro. Esistono anche unità combinate modem / router che uniscono entrambe queste funzioni in un unico dispositivo.

Per esempio il popolare ARRIS SURFboard SB6183 è un modem, che decodifica il segnale Internet che arriva in casa da una linea via cavo, DSL o in fibra, oppure l’altrettanto popolare TP-Link AC1750, un router Wi-Fi, che si collega al modem e invia i dati tra tutti i computer e i telefoni di casa.

Devo acquistare il router Wi-Fi?

Quando sottoscrivi un servizio Internet, con società come Tim, Vodafone, Wind o altro, il tuo ISP ti offrirà spesso un modem e un router Wi-Fi per un piccolo canone mensile.

Questa è solo una delle tue opzioni però, per legge non sei infatti obbligato a noleggiare il router dal tuo ISP. Esistono molti router che puoi acquistare e sono disponibili presso la maggior parte dei principali rivenditori online e non. Inoltre l’acquisto di un router è quasi sempre una decisione da un punto di vista economico migliore rispetto al noleggio: di solito si ripaga da solo dopo circa un anno di servizio, mentre quelli forniti a noleggio, solo dopo molti anni.

Come scegliere il miglior router?

Il Wi-Fi esiste da molto tempo ormai e ha fatto molta strada. Il router che hai acquistato 10 anni fa è quasi certamente più lento di quello che compreresti ora e potrebbe non essere in grado di raggiungere ogni angolo della tua casa in modo efficiente come i modelli più recenti.

La velocità di un router Wi-Fi viene misurata in megabit al secondo o Mbps: indica la velocità con cui il router può spostare i dati in arrivo, come un segnale Internet, da un dispositi (come il pc) a un altro (come lo smartphone o la TV). Negli ultimi anni, i router Wi-Fi più veloci sul mercato hanno utilizzato uno standard chiamato “802.11ac” o “Wireless AC”.

  • I router AC più veloci possono vantare fino a 5.300 Mbps di velocità.
  • Tuttavia, questa è la velocità totale disponibile per tutti i dispositivi che si connetto a quel router: un singolo dispositivo raggiungerà solo circa 2.167 Mbps.
  • La maggior parte dei router non raggiungerà mai la velocità massima teorica, perchè esistono le interferenze, i muri di casa e molto altro che disturba la connessione wi-fi.

In altre parole, dietro i numeri che trovi indicati dai costruttori dei router, vi sono un sacco di complicate questioni tecnologiche, ma non è importante saperle tutte: la velocità massima è principalmente un benchmark che ti consente di determinare le capacità generali di un router. Pensala come la velocità massima di un’auto: nessuno viaggia sempre a 180 o 200 km all’ora ogni volta che si guida, ma tale velocità serve più che altro per classificare la potenza del motore dell’auto.

Guida Router Wi-Fi: Come Scegliere Il Miglior Router 2020

In genere vi sono indicate altre funzionalità nelle caratteristiche di un router. Ad esempio, i router “dual band” sono lo standard adesso, e utilizzano due frequenze diverse – 2,4 GHz e 5 GHz – che consentono di fornire un segnale migliore ai dispositivi.

  • 2.4GHz è migliore nel penetrare i muri ma ha alcune limitazioni.
  • È più lento di 5 GHz e può essere congestionato da altri dispositivi non Wi-Fi (come un sistema di telefoni cordless).

Avere entrambe le bande, ti consente di ottenere la migliore connessione, indipendentemente da dove ti trovi in ​​casa. Alcuni router moderni sfoggiano persino l’etichetta “tri-band”, che consente a più dispositivi di comunicare con il router contemporaneamente, eliminando la congestione quando l’intera famiglia utilizza il Web contemporaneamente.

Vediamo più nel dettaglio alcuni punti fondamentali per scegliere il miglior router Wi Fi nel 2020:

  1. Il router dovrebbe avere un processore multi-core e almeno 128 MB di RAM: L’hardware all’interno del router è molto importante, soprattutto il processore e la quantità di RAM. Le persone utilizzano il Wi-Fi per lo streaming video, il download di file, il backup dei dati, i giochi online e altre attività durante le quali vengono trasferiti molti dati da e verso Internet. Per questo motivo, i router wireless necessitano di molta più potenza di elaborazione rispetto al passato. Quando scegli il tuo prossimo router, devi sapere se ha un processore single-core, dual-core o quad-core e la sua frequenza operativa. Se desideri una rete veloce in grado di gestire più client di rete contemporaneamente, ti consigliamo di evitare l’acquisto di router con processori single-core. Il tuo prossimo router dovrebbe avere almeno un processore dual-core in grado di gestire più dati e più client rispetto a un processore single-core. Un processore che funziona a 900 MHz è meno potente di uno a 1.2 GHz, mentre maggiore è il numero di core, migliori saranno le prestazioni del router. Si applicano le stesse regole del caso di computer, smartphone e altri dispositivi informatici. Inoltre, il router non dovrebbe avere meno di 128 MB di RAM. L’ideale sarebbe 256 MB di RAM o più. Questo per assicurarti che possa elaborare tutto il più velocemente possibile. Se i soldi non sono un problema, dovresti cercare un router wireless con 512 MB di RAM o 1 GB.
  2. Il router scelto dovrebbe essere dual-band o più: I router a banda singola appartengono al passato. Il tuo nuovo router dovrebbe essere almeno dual-band. Cosa significa? Significa che il router trasmette il segnale wireless su due frequenze (se è dual-band) o più (se è tri-band o più). Una di queste frequenze è sempre la banda a 2,4 GHz, che funziona con vecchi standard wireless come Wi-Fi 4 (802.11n) o nuovi come Wi-Fi 6 (802.11ax). Il vantaggio della banda a 2,4 GHz è che è compatibile con i vecchi dispositivi di rete e che ha un’ampia area di copertura. Tuttavia, è anche lento e la congestione è sempre un problema, soprattutto nei condomini e negli edifici per uffici, dove tutti hanno il Wi-Fi su questa banda.
  3. La velocità massima dichiarata non deve essere presa in considerazione quando si prende la decisione di acquisto: I router wireless si vantano della loro larghezza di banda massima teorica totale nel nome del modello. Per esempio la sigla AC1200, AC1900 o anche AC5400. I router di nuova generazione con supporto per Wi-Fi 6 hanno AX nel loro nome seguito da numeri ancora più grandi, come l’ASUS ROG Rapture GT-AX11000. Il problema è che quando ti chiedi “Di che tipo di router ho bisogno?”, queste denominazione sono prive di significato. Questo perché non è la velocità che potrai ottenere. Esistono casi in cui un router wireless AC1900 può superare un router AC2500, e ciò è determinato dalle differenze nella configurazione hardware, da quando è stato prodotto, da chi, le tecnologie Wi-Fi impiegate, dagli aggiornamenti del firmware e dal luogo in cui lo si utilizza.
  4. Verifica la velocità reale del router che acquisti: Quando leggi le specifiche di un router wireless, non ti viene detto la velocità reale che ottieni quando lo usi. Vengono mostrati i numeri teorici misurati in laboratori specializzati con l’attrezzatura di rete ideale. Ecco perché dovresti leggere le recensioni: recensioni degli utenti e recensioni fatte da specialisti. Cerca recensioni in cui le persone utilizzano computer e dispositivi reali per effettuare misurazioni, non apparecchiature “da laboratorio”.
  5. Il router dovrebbe disporre di un’app per smartphone, preferibilmente utilizzabile da qualsiasi luogo: Un decennio fa, gli utenti potevano gestire i loro router wireless solo accedendo al loro firmware tramite un browser web su un computer che era connesso al router stesso. Molte persone sono intimidite da tali interfacce utente e desiderano qualcosa di più facile da usare. Di conseguenza, i produttori di router hanno sviluppato app per smartphone che tutti possono utilizzare per impostare i propri router wireless. Se vuoi comodità, dovresti controllare che il router che stai acquistando abbia un’app per smartphone. Con essa dovresti essere in grado di visualizzare lo stato di funzionamento del router e gestire le funzionalità principali quando necessario.Sfortunatamente, i produttori di router hanno approcci diversi quando si tratta di app mobile: alcuni offrono app scarne in cui è possibile impostare solo cose semplici come la password Wi-Fi, mentre altri offrono app avanzate in cui è possibile configurare la maggior parte delle funzionalità. Un altro problema è che alcune app per router wireless funzionano solo quando lo smartphone è connesso al Wi-Fi trasmesso dal router. Ciò significa che puoi utilizzare l’app mobile solo quando non sei vicino al router. Come regola generale, la gestione remota da Internet è offerta per router di fascia media e top di gamma.
  6. Il router dovrebbe avere una porta USB, preferibilmente USB 3.0: Avere almeno una porta USB disponibile è un must. esistono molti dispositivi USB che possiamo collegare al nostro router wireless: dischi rigidi esterni, stampanti, modem USB, ecc. Il router che vuoi acquistare dovrebbe avere almeno una porta USB, preferibilmente una USB 3.0. Router più costosi come TP-Link Archer AX6000 includono anche una porta USB di tipo C per il collegamento di dispositivi mobile.
  7. QoS avanzato invece del semplice QoS (Quality of Service):Quando descrivono i loro router wireless, i produttori utilizzano molti acronimi per le funzionalità “avanzate”. A volte non usano nemmeno gli stessi termini e inventano la loro versione di un termine già noto. Ad esempio, tutti i router moderni dispongono di QoS o Quality of Service. Tuttavia, sulla maggior parte dei router, questa funzione è inutile, perché è uno strumento manuale per impostare regole sulla quantità di larghezza di banda assegnata a ciascun dispositivo nella rete. L’utente medio non configura mai questa funzione. È troppo complicato e i risultati che potrebbero ottenere sono scarsi. Tuttavia, alcuni router wireless dispongono di QoS adattivo, QoS intelligente o QoS dinamico. Il termine con cui i produttori lo chiamano non è importante. Ciò che è importante è che non sia il classico QoS. Queste forme avanzate di QoS sono utili perché gestiscono il modo in cui la larghezza di banda viene suddivisa automaticamente, sulla base di algoritmi intelligenti, con un coinvolgimento minimo o nullo da parte dell’utente. Inoltre, i risultati che ottieni sono ottimi, soprattutto quando si tratta di eseguire molte operazioni sulla rete contemporaneamente e trasferimenti di file di grandi dimensioni.
  8. Integrazione smart-home: Molte persone hanno dispositivi e sensori intelligenti nelle proprie case. Per gestirli al meglio, è una buona idea acquistare un router integrato con l’assistente intelligente Alexa di Amazon o con servizi di automazione delle attività come IFTT (If This, Then That). Questo aiuta le tue app e i tuoi dispositivi a lavorare insieme in modi del tutto nuovi. Ad esempio, se il tuo router ha tale integrazione, puoi controllarlo tramite i comandi vocali inviati ad Alexa e fare cose come abilitare o disabilitare il Wi-Fi Ospite, spegnere i LED sul router durante la notte o dare la priorità al traffico di gioco. Alcuni fornitori hanno portato questa integrazione con Alexa al massimo livello e l’hanno integrata nel router. Un esempio entusiasmante di questo è il router ASUS Lyra Voice.
  9. Supporto per Mesh Wi-Fi: I sistemi Wi-Fi mesh stanno diventando sempre più popolari e tutti i fornitori di router propongono i loro sistemi Wi-Fi mesh. Tuttavia, l’approccio differisce da fornitore a fornitore. Alcuni produttori, come Netgear, preferiscono mantenere le cose separate e vendere sistemi Wi-Fi e router mesh come prodotti diversi. Altri, come ASUS con AiMesh e TP-Link con OneMesh, preferiscono aggiungere funzionalità Wi-Fi mesh a molti dei loro router, permettendoti di usarli insieme ad altri prodotti nel loro ecosistema per creare sistemi Wi-Fi mesh.
  10. VPN, antivirus, firewall e altre funzionalità avanzate: Molti router offrono utili funzionalità avanzate come server VPN, antivirus e altre funzionalità di sicurezza che possono proteggere la tua rete Wi-Fi da malware e attacchi esterni. Il problema è che tali funzionalità si trovano anche su router con hardware poco potente che non può farli funzionare bene. Se desideri che funzionalità avanzate come il server VPN funzionino bene, non acquistare un router wireless AC1200 economico con hardware di fascia bassa. Cerca un router più costoso, con hardware potente e molta RAM, che abbia le risorse per eseguire i servizi avanzati, oltre alla trasmissione Wi-Fi standard.

Router Wi-Fi per ogni fascia di prezzo da considerare nel 2020

1. Router WiFi Smart dual band wireless TP-Link AC1750 (economico)

Guida Router Wi-Fi: Come Scegliere Il Miglior Router 2020

TP-Link offre alcuni dei migliori router Wi Fi e uno di questi è Archer A7. È dual-band, è dotato di alcune funzioni utili come il controllo genitori e funziona anche con Alexa se hai un Echo in casa.

2. Router WiFi Gigabit Dual Band ASUS RT-AC68U (fascia media)

Guida Router Wi-Fi: Come Scegliere Il Miglior Router 2020

Mentre alcuni preferiscono configurare il router una volta per tutte, altri (come me) preferiscono modificare le impostazioni e utilizzare funzionalità avanzate per ottenere la migliore esperienza possibile. Il set di funzionalità di Asus e l’eccellente interfaccia delle impostazioni (per non parlare della sua velocità elevate) lo rendono un’ottima scelta se hai qualcosa in più da spendere. ASUS RT-AC68U.

3. Router WiFi Smart TP-Link AC4000 (fascia alta)

Guida Router Wi-Fi: Come Scegliere Il Miglior Router 2020

L’Archer A20 di TP-Link ti farà fare un salto di qualità con le antenne tri-band, così puoi collegare più dispositivi senza temere di congestionare la tua banda. Inoltre viene fornito con l’antivirus Trend Micro sul router per una maggiore sicurezza.

Detto questo, il noleggio fornito dal tuo ISP ha un grande vantaggio: supporto tecnico gratuito quando qualcosa va storto. Questo è certamente da considerare, ma comunque, come nel caso della maggior parte degli oggetti tecnologici, avrai una garanzia di 2 anni acquistandone uno, e probabilmente sarà un modello superiore e con più funzionalità rispetto a quello che il tuo ISP ti potrà mai noleggiare.

Con un router migliore, puoi sfruttare al massimo il tuo Wi-Fi in casa anziché fare affidamento su una configurazione di base pensata per funzionare un po’ per tutti.