Come Sincronizzare Le Cartelle Di Windows Gratuitamente

0
187

È sempre una buona idea eseguire il backup dei dati importanti su altre unità o posizioni in modo da poter ripristinarli in caso di problemi.

Come Sincronizzare Le Cartelle Di Windows Gratuitamente

Il backup manuale delle cartelle può diventare un lavoro ingrato, ma l’utilizzo di una soluzione di sincronizzazione delle cartelle automatizzato può semplificare il lavoro, soprattutto se si desidera che i file vengano sincronizzati regolarmente o se è necessario accedere ai file su dispositivi diversi.

Echosync è un software di sincronizzazione delle cartelle gratuito per Windows. L’applicazione è disponibile in un archivio portatile. Estrailo in una cartella ed esegui Echosync.exe per avviare il programma. In alternativa, eseguire EchosyncLauncher.exe per eseguire l’applicazione con privilegi di amministratore. Ciò consente di sincronizzare i file che sono bloccati da un altro processo. Il programma ti chiede di creare un nuovo profilo di sincronizzazione. Dagli un nome, seleziona le cartelle di origine e di destinazione e una descrizione (opzionale).

Una volta aggiunto il profilo, puoi iniziare a utilizzare l’interfaccia Echosync. Ha un design a due riquadri. Il profilo che hai creato viene visualizzato nel riquadro in alto, chiamato Profili di sincronizzazione. Elenca ogni attività insieme a informazioni, stato e l’ora dell’ultima sincronizzazione. Per aggiungere una nuova attività in Echosync, fai clic sul pulsante “Nuovo” nell’angolo in alto a destra. L’opzione “Elimina” rimuove il profilo selezionato. Il riquadro sottostante, denominato “Confronto risultati”, mostra il risultato del processo di sincronizzazione, di cui parleremo tra poco.

Ci sono alcune opzioni nella parte inferiore della finestra Echosync. Questi consentono di selezionare le opzioni di sincronizzazione. La prima opzione può essere attivata per sincronizzare solo i file che sono stati spostati o rinominati. La seconda opzione sincronizza gli elementi eliminati. La terza impostazione può essere utilizzata per sincronizzare i file che sono stati modificati nella cartella di origine. Nel caso in cui desideri tornare a una versione precedente, usa la quarta opzione che sincronizza i file più vecchi dalla directory di origine. L’ultima opzione sincronizza i nuovi elementi, ovvero i file che non sono presenti in una delle cartelle. Possiamo affermare vedendo queste opzioni che la sincronizzazione che effettua questo programma è un processo bidirezionale.

Premi il pulsante Confronta per visualizzare in anteprima i risultati senza sincronizzare le cartelle. Echosync analizzerà le due cartelle per rilevare le modifiche. La finestra Confronto risultati visualizza i risultati della scansione.

Visualizza il nome della cartella (destinazione o origine) e il percorso, insieme all’elenco dei file rilevati. La seconda colonna, Processo, indica l’azione che Echosync è impostato per intraprendere. L’azione dipende dalle opzioni selezionate nella barra degli strumenti descritta poco fa.

Per es. “Nuovo file da copiare” significa che manca un file in una delle cartelle. “File da eliminare mancante” indica che un file che è stato eliminato da una directory verrà copiato. “File più recente da copiare” ti dice che un file è stato modificato e la nuova versione verrà sincronizzata. Il processo “File precedente da copiare” indica che è stata rilevata una versione precedente nella cartella di origine.

Le altre colonne mostrano la dimensione del file e il timestamp. Se fai clic con il pulsante destro del mouse su un file nei risultati, aprirai la sua cartella in Esplora risorse. La barra degli strumenti in basso mostra anche il numero di file rilevati e la loro dimensione (in base all’opzione).

Quando sei soddisfatto del confronto, fai clic sul pulsante Sincronizza. Echosync elaborerà le modifiche come richiesto. Il riquadro Risultati visualizza lo stato di ciascun file, se si legge “OK” il processo di sincronizzazione è andato a buon fine.

Puoi fare clic con il pulsante destro del mouse su un profilo di sincronizzazione per gestirlo o per visualizzare il registro di sincronizzazione. Se si fa clic con il pulsante destro del mouse su uno spazio vuoto nel riquadro superiore, è possibile impostare l’azione post-sincronizzazione (Non fare nulla, spengi il pc, iberna il PC o esci da Echosync). Puoi anche usare questo menu per cambiare l’interfaccia su un tema scuro, cambiare lingua. Il programma non ha un’utilità di pianificazione, il collegamento è semplicemente quello di aprire l’Utilità di pianificazione di Windows, se si desidera configurare la sincronizzazione automatica su base regolare.

Echosync è realizzato da Luminescence Software, lo sviluppatore di Metatogger. Avrai bisogno di .NET Framework 4.7.2 o versione successiva per eseguire il programma. Funziona su Windows 7 e versioni successive.

L’unico problema con il programma è che include le sottocartelle dalla cartella di origine nel processo di sincronizzazione. Per escluderle, dovrai modificare il file XML del profilo.

Echosync è facile da usare e fa quello che dovrebbe senza problemi. Non ci sono limiti al tipo di file che puoi sincronizzare, quindi puoi usarlo per eseguire il backup di foto, video, documenti, musica, ecc.

Scarica Echosync qui.