Donazione: Quando è Indispensabile La Presenza Del Notaio?

0
147

La donazione di denaro è un qualcosa di piuttosto frequente soprattutto tra famigliari: un’operazione che può portare con sé molto dubbi di natura legale su come eseguirla, soprattutto quando si parla di cifre non di poco conto e che, per questo, devono essere trasferite con un sistema di pagamento elettronico quale ad esempio un bonifico.

Donazione: Quando è Indispensabile La Presenza Del Notaio?

Un esempio tradizionale di donazione è un regalo che un genitore intenda fare al proprio figlio, magari mettendoli alcuni soldi in banca. Di base il tutto avviene quasi sempre in modo diretto e rapido, tuttavia ci sono alcune fattispecie di donazioni per le quali si rende indispensabile la presenza di un notaio con il compito di formalizzare e validare il tutto. vediamo quando.

Quando serve il notaio per la donazione

Il notaio serve per una donazione diretta nel caso in cui tale regalia ecceda una certa soglia: quali sono le differenze di base tra una donazione diretta e duna indiretta? Nel caso di una donazione diretta, il donatore trasferisce direttamente il bene o la somma di denaro al donatario. Ad esempio, se un genitore regala una somma di denaro al figlio, si tratta di una donazione diretta.

Nel caso di una donazione indiretta invece, il donatore trasferisce il bene o la somma di denaro a una terza parte, che poi lo trasferisce al donatario. Ad esempio, se un genitore acquista una casa e la fa intestare al figlio, si tratta di una donazione indiretta, poiché il bene viene prima trasferito al padre e poi al figlio.

Il tema delle tassazioni

A seconda poi della tipologia di donazione e della sua entità, può essere applicata anche una tassazione. Come riporta questo sito di studio notaio di Padova, la tassazione delle donazioni prevede l’applicazione di più imposte, le cui aliquote sono stabilite dalle leggi tributarie e calcolate sulla base imponibile costituita dal valore del bene o del diritto oggetto di donazione.

Le imposte sull’atto di donazione sono a carico del donatario e comprendono l’imposta sulle successioni e donazioni prevista dal decreto legislativo 346/1990; inoltre, le imposte ipotecaria e catastale sono applicate nel caso in cui l’oggetto della donazione siano beni immobili, mentre l’imposta di bollo è applicata a seconda del tipo di bene oggetto della donazione.